Cookie Policy

Riviera di levante


La Riviera di Levante
riviera_levante
In Liguria il territorio che si snoda tra Genova e la Toscana, è denominato Riviera di Levante, ed è una delle mete preferite dal turismo balneare per la bellezza del suo mare, la varietà delle sue coste e per l’entroterra costellato da piccoli paesini che conservano intatte le antiche caratteristiche. In questo meraviglioso lembo di terra, stretto tra il mare e l’ Appenino ligure, troviamo borghi e paesaggi che da sempre tutto il mondo ci invidia: Portofino, S.Margherita, Portovenere, Le Cinque Terre, Lerici e Tellaro sono alcune tra le più famose località che lasciano, in chi ha la fortuna di visitarle, ricordi indimenticabili.
Come
Da Milano attraverso la A7 e da Parma attraverso la A15. Successivamente si prosegue lungo la A12 Genova-Livorno che scorre parallela a tutta la costa.


Cenni storici e culturali
Le vicende della Repubblica di Genova hanno segnato la storia di questa terra, e ne troviamo continue testimonianze: Camogli, prima pssedimento dei Fieschi e poi della Repubblica di Genova; Portofino, dapprima proprietà dell’abbazia di S.Fruttuoso e successivamente dal 1414 legato a Genova;l’abbazia di S.Fruttuoso di Capodimonte, monumentale complesso benedettino in cui troviamo la chiesa, costruita nel X secolo e contenente il sepolcreto ed il palazzo dei Doria, eretto nel XII sec.
Nella provincia di La Spezia, ridente cittadina di mare famosa per i suoi musei, troviamo Monterosso al Mare, perla delle Cinque Terre, feudo medioevale passato sotto Genova nel XII sec., con la chiesa di S.Giovanni Battista eretta nel XIV sec. Ed il castello, dalla cui sommità si possono ammirare tutte le Cinque Terre.
Sempre nel “Golfo dei poeti” a Portovenere merita particolare attenzione la chiesa di S.Pietro, situata sul promontorio roccioso all’estremità del paese, edificata nel VI secolo e rifatta nel 1277 in forme gotico-bizantine. Giunti in prossimità della Toscana troviamo Lerici, antico borgo di origine medievale che visse il travagliato alternarsi del dominio genovese e pisano, con il suo monumentale castello del secolo XIII, in contrapposizione con il castello della vicina S.Terenzo.

Folclore, Gastronomia e Naturalismo.
Le feste e le sagre paesane sono innumerevoli durante tutto l’anno, ed in particolare durante la stagione estiva; feste che fanno riscoprire la tradizione dell’antico popolo ligure. Per gli amanti del naturalismo c’è solo l’imbarazzo della scelta: il fascino degli antichi paesini arroccati lungo le millenarie vie di comunicazione, i ripidi pendii a terrazze coltivati a vitigno, il fascino della flora e della fauna mediterranea nei percorsi che, a mezza costa., uniscono i vari paesi, l’Alta Via dei Monti Liguri, il cui itinerario principale si estende per 440 Km dal confine francese alla Lunigiana con un percorso quasi interamente di crinale. Un capitolo a se merita poi la famosa Via dell’Amore, un balcone sul mare scavato nella roccia che unisce Riomaggiore con Manarola con una stupenda passeggiata nella natura. Da non dimenticare poi l’Acquario di Genova, unico in tutta Europa per le sue dimensioni. La gastronomia propone innumerevoli specialità come le trenette e le trofie al pesto, i pansotti alla salsa di noci, la cima, la torta pasqualina, la mesciùa e soprattutto dell’ottimo pesce fresco cucinato in tutti i modi. I vini non sono da meno, soprattutto per quanto riguarda i bianchi: Bianco delle Cinque Terre, Vermentino e Sciacchetrà passito sono ormai famosi in tutti il mondo.